Di admin il 26 dicembre 2010 0 Commenti

Grande giornata per il team Oregon a Brno nel Megane Trophy. Il team italiano di Jerry Canevisio è tornato alla vittoria (non accadeva da Bilbao 2005 con Gianniberti). Il successo è andato a Stefano Comini che ha preceduto sul traguardo Niccolò Nalio.
Oregon ha giocato d’azzardo giocando la carta del pit-stop anticipato quando al 1° giro è entrata in pista la safety-car per un incidente innescato da un testacoda di Dhouailly.

Il francese è stato colpito con violenza da Thuner, poi da Jeroen Schothorst. Poche curve prima, Madonia era stato mandato nella sabbia da Bas Schothorst. Nalio è quindi stato subito richiamato ai box, mentre il giro seguente è toccato a Comini.

“Avevamo previsto che su questo circuito la safety-car avrebbe giocato un ruolo decisivo. Siamo quindi stati attenti fin da subito, pronti a effettuare il rifornimento. La nostra profezia si è avverata praticamente subito e allora non abbiamo perso tempo, abbiamo giocato la nostra carta sorprendendo gli avversari”, ha spiegato Canevisio.

La safety-car è rimasta in pista quel tanto, fino al 6° giro, che ha permesso a Comini di poter risparmiare carburante ed arrivare così al traguardo senza troppi patemi. Tre i litri che le vetture devono portare in verifica. Purtroppo, Nalio non aveva la benzina necessaria (2,6 litri) ed è stato escluso.

“Nalio ha rifornito per primo e quindi aveva per forza meno carburante di Comini. Nel finale lo abbiamo invitato a rallentare, a non rimanere alle spalle di Stefano considerando il buon vantaggio che aveva sul terzo”, ha aggiunto Canevisio.

Rimane il fatto che entrambi i piloti Oregon hanno condotto una ottima corsa. Comini al restart della corsa era secondo, ma ha subito sorpreso, alla prima curva, Nalio, andando in testa. Alle loro spalle, Thiriet ha conquistato la terza piazza (poi seconda dopo la squalifica dell’italiano) superando Enjalbert al 15° giro. Bas Schothorst ha pagato con un drive through il contatto iniziale con Madonia.

Comini comanda la classifica generale con 9 punti sugli inseguitori.

Categorie: Archivio, Gare
  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Youtube