Di Sibi il 19 giugno 2016 0 Commenti

GARA 1

Il week-end tedesco di TCR International Series, si rivela più duro del previsto per l’elvetico Stefano Comini.

Nelle due sessioni di qualifica non riesce a brillare particolarmente, chiudendo in nona posizione.

Tracciato umido e scivoloso per la partenza di gara 1. Un buono start permette a Stefano di portarsi in sesta posizione, nonostante un contatto che danneggia leggermente la livera della sua VW.

La corsa alla testa della classifica è incessante e serrata, nonostante l’ingresso della safety-car dal terzo al sesto giro (che porta al prolungamento della gara ad un totale di 19 giri).

All’uscita della stessa Stefano attacca il compagno di squadra Vernay portandosi in quinta posizione.

Da questo momento la gara sarà caratterizzata da numerosissime bagarre e sorpassi.

Nel momento in cui il portacolori di Leopard sembra riuscire ad avere la meglio, la sua vettura viene arrestata in una via di fuga.

La rottura del radiatore è fatale. La gara non può essere terminata.

Questo costa caro a Stefano, che scala dalla prima alla quarta posizione in classifica provvisoria.

GARA 2

Niente è semplice per Stefano Comini, ma niente lo ferma!

Costretto a partire dalla quindicesima casella della griglia di partenza, per poter sistemare i danni subiti in gara 1, è autore di una gara da vero guerriero!

Una buona partenza sembra portarlo a recuperare varie posizioni, ma dopo poche curve dallo spegnimento dei semafori, a causa di un contatto degli avversari davanti a lui, è costretto ad arrestarsi per evitare l’impatto con Morbidelli in testacoda.

La pista umida non agevola le manovre per rientrare velocemente in pista (il gap dal primo è di circa 15 secondi), Stefano non molla.

Si parte con la rimonta!

Dal fondo della gara, con battaglie, contatti, colpi di scena e soprattutto sorpassi da togliere il fiato, riesce poco a poco a raggiungere la sesta posizione (aggiudicandosi il fastest lap!)

Un vero successo, nonostante un week-end particolarmente sfortunato.

Stefano dopo questa prova si riconferma il campione che è, con una grinta ed un’abilità nella guida degne di un fuoriclasse.

Rimane quarto nella classifica provvisoria, con 17 punti di distacco da Oriola e Nash a pari merito con 145 pt.

Per il prossimo appuntamento si vola in Russia, Sochi il 2-3 luglio prossimi.

Non mancate!!!

 

Sibilla Squizzato

Categorie: Archivio, Gare, News
  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Youtube