Di admin il 27 marzo 2012 0 Commenti

Il giovane pilota svizzero, lo scorso anno vincitore del titolo dell’Eurocup
Mégane Trophy, ha festeggiato con la pole ed il successo di Gara 1 il suo
debutto nel monomarca della Fast Lane Promotion.
Una passeggiata. Verrebbe da dire così osservando dai monitor la cavalcata
verso la vittoria di Stefano Comini. Lo svizzero del team Composit, partito
dalla pole, ha presto preso il largo e inflitto 7″8 al secondo classificato,
Eoin Murray. Una gara alla… Oscar Nogues, il dominatore del 2011, per Comini
che ha segnato il giro più veloce al terzo passaggio.

Che la storia si ripeta? Con Stefano Comini leader indiscusso come accaduto nel
Megane Trophy europeo dello scorso anno? Lo svizzero sembra proprio
intenzionato ad… annoiarci nella Clio Cup Italia. Comini ha infatti iniziato
la stagione cogliendo subito la pole con la vettura della Composit. Il divario
acquisito sul secondo classificato, l’ottimo Salvatore Tavano alla prima uscita
in questa categoria, esattamente 725 millesimi, lasciano presupporre che Comini
sia partito col piede giusto.
Per il portacolori della Composit Motorsport un inizio di weekend semplicemente
perfetto.

Per quanto riguarda gara 2, con la griglia stabilita dal precedente ordine d’arrivo
e le prime otto posizioni invertite, Comini ha dovuto fare i conti con una
concorrenza molto agguerrita, dovendo accontentarsi del settimo posto a causa
di un contatto al sesto giro quando si trovava in testa alla gara.

Il ticinese, malgrado la vettura danneggiata, non si è perso d’animo rimontando
dalla tredicesima piazza al settimo posto finale.

Stefano è riuscito così a “limitare i danni”, portando a casa un bagaglio di 34 punti
che gli permettono di restare al comando della graduatoria con 7 punti di
vantaggio sul secondo.

Si sa,chi bene inizia, è a metà dell’opera.

Il prossimo appuntamento della Clio Cup sarà sul circuito di Imola a metà Maggio.

 

Categorie: Gare, News, slide
  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Youtube