Di Sibi il 2 ottobre 2016 0 Commenti

Un durissimo colpo per il giovane ticinese Stefano Comini, impegnato a Kuala Lumpur-Sepang per il penultimo round di TCR International Series.

Dopo una splendida gara 1, caratterizzata da una battaglia mozzafiato con R. Colciago, che è valsa a Stefano la seconda piazza mancando per un soffio la vittoria, gara 2 si rivela una vera e propria pugnalata per il portacolori di Leopard Racing.

Comini effettua un ottimo start, passando immediatamente dalla quinta alla terza posizione, proseguendo la scalata alla vetta. Quando si trova a ridosso del tailandese Sritrai, un contatto tra le due vetture fa sì che quest’ultimo esca di pista (frenando di colpo invece di controsterzare per correggere). La vettura di Comini viene messa sotto investigazione dalla direzione gara, ed a tre giri dalla fine della corsa, il Campione del Mondo in carica è costretto a scontare un drive through. Chiude diciottesimo.

Inutile sottolineare il durissimo colpo ad una gara dalla fine del campionato.

Comini, che dopo il buon risultato di gara 1 era nuovamente leader della classifica, ora si vede occupare la seconda piazza a 17 punti da James Nash.

“Non so cosa dire…ero davvero entusiasta per gara 1, tanto che mi sono complimentato con Colciago. E’ stato un bellissimo duello, pulito e nel contempo aggressivo, questo è il motorsport che amo! Per contro subito dopo questa doccia fredda! Non sono assolutamente d’accordo con le decisioni dei commissari, sono deluso ed amareggiato”.

Queste sono state le parole di Stefano al termine della gara. Sarà un recupero davvero difficile in ottica dell’ultima gara che si svolgerà su un circuito davvero complesso e quasi privo di possibilità di sorpasso quale è Macau.

 

 

Sibilla Squizzato

Categorie: Archivio, Gare, News
  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Youtube