Di admin il 26 dicembre 2010 0 Commenti

Dopo l’ appuntamento di di Magny-cours l’Hungaroring si prospettava il week end della rivincita, infatti già dalle prove libere l’alfiere dell’Oregon Team risulta il più veloce del plotone.

Le cose però sembrano cambiare dal giorno seguente quando Comini si vede costretto a percorrere solamente un giro cronometrato in qualifica a causa di una panne al circuito elettrico dell’alimentazione della pompa di benzina che però lo vede piazzarsi in seconda posizione.

In gara il pilota elvetico supera subito in partenza Catsburg. Con tattica ed intelligenza riesce a tenerlo alle sue spalle fino a metà gara dove per un problema al pit stop perde secondi preziosi e di conseguenza il primo posto.

Oltre al danno pure la beffa, i primi tre della gara (Nick Catsbourg, Comini e Nicolò Nalio) si vedono costretti ad un Drive Trough, passaggio obbligatorio nella pit lane.

Comini sfila decimo e nel tentativo di recuperare viene letteralmente CENTRATO da Dermont.

Il pilota malcantonese non molla e finisce comunque i 3 giri mancanti su tre ruote sperando di potere portare a casa un qualce punticino importante per il campionato, ma niente da fare!

In gara due Comini parte ancora secondo e sfila già dal primo giro Catsbourg. Stefano cerca di staccare l’olandese, ma niente da fare, allora adotta una strategia di gara di difesa.

Dopo tutta la gara al comando, a soli tre giri dalla fine l’inaspettabile, Comini transita sul rettifilo principale e in pieno dritto vede sfumare la vittoria a causa dell’esplosione di uno pneumatico e si vede costretto al ritiro.

a soli tre gare dalla fine del campionato Comini si trova terzo con ben 33 punti di svantaggio dal primo. Ma si sa, che la fortuna gira …

Categorie: Gare, Senza categoria, slide
  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Youtube