Di Dario il 1 maggio 2011 0 Commenti

Quattro pole position e quattro vittorie in quattro gare, Stefano Comini (Oregon Team) sembra intoccabile in questo inizio di stagione della Eurocup Megane Trophy.

Di nuovo dominatore, il ticinese, dopo la tappa di Spa-Franchorchamps, si ritrova al comando della classifica generale con ben 49 punti di vantaggio sul secondo.

Già dalle prove libere di venerdi l’alfiere della Oregon Team, ha fatto segnare il miglior tempo, riconfermandosi poi il sabato mattina nelle qualifiche, portando a quota quattro le pole position conquistate dall’inizio della stagione.

In gara uno, dopo una buona partenza e un duello alle prime tornate con l’olandese Schothorst, Stefano prende margine e parte in solitaria. Dopo 6 giri, la direzione gara mette in pista la Safety-Car, azzerando cosi’ il gap costruito con fatica da, la squadra ha cosi’ optato per un pit-stop in regime di Safety-Car.

Alla ripartenza l’elvetico ha dovuto fare i conti con il francese Enjalbert, Comini e’ riuscito a mantenere il sangue freddo e a prendere distacco dagli inseguitori, portando la sua Megane tricolore sul gradino piu’ alto del podio.

In gara due, arriva la quarta vittoria stagionale consecutiva per Stefano Comini ed il team Oregon.
La coppia italo-svizzera annienta cosi la concorrenza, portandosi a quota 100 punti in campionato.

Stefano Comini: “Non é stata una gara facile, l’ingresso della Safety Car ha annullato tutto il mio duro lavoro alla partenza di conseguenza ho dovuto attaccare duramente nella seconda parte, ma grazie ad un team d’eccezione ed anche ad un pizzico di fortuna posso dire di essere veramente orgoglioso di aver vinto a Spa”

Jerry Canevisio, team manager della compagine italiana: “Ancora una volta siamo qui a festeggiare una vittoria che ci riempie di orgoglio e rende merito al valore di questa squadra. Quattro gare, quattro vittorie e quattro pole position. Non ci si può proprio lamentare. Ciononostante non riesco ad essere contento fino in fondo perché Nalio non è riuscito a partire per un problema tecnico. Pensiamo si sia rotto l’albero primario del cambio. Un peccato perchè sono convinto che avrebbe fatto molto bene. Considerato che la concorrenza oggi si è ritirata, sarebbero stati punti pesanti. Ma queste sono le corse ”.

Il prossimo appuntamento sara’  il 18/19 giugno sul mitico circuito del Nurburgring.

Categorie: News, slide
  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Youtube